NEWS
Your search results

Il contratto di comodato

Posted by linda on 29 novembre 2018
| 0
header_image

Il comodato è un contratto gratuito grazie al quale una parte (comodante) consegna a un’altra (comodatario) una cosa mobile o un immobile affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato con l’obbligo di restituire la medesima cosa ricevuta.

Gli elementi distintivi sono:

  • La gratuità; il comodatario diventa quindi titolare di un diritto personale di godimento dell’immobile ma non ne ha alcun diritto di proprietà.
  • L’unilateralità, cioè con obbligazioni a carico di una sola parte, che trova la sua causa nei rapporti di cortesia e di fiducia esistenti tra le parti contraenti o nella volontà di fronteggiare all’altrui esigenza temporanea.
  • La realità.

Quando avviene la restituzione anticipata del bene

Codice Civile, il comodatario è tenuto a restituire la cosa concessagli e tale prestazione diventa esigibile alla scadenza del termine convenuto o quando il comodatario se ne è servito in conformità del contratto.

È però sempre data la possibilità al comodante di esigere la restituzione immediata di fronte a una urgente necessità di riottenere l’uso del bene prima della scadenza o prima che il comodatario abbia cessato di servirsene.

Sono il mancato rispetto dell’obbligo di custodire e conservare la cosa, di fare l’uso della cosa previsto dal contratto o derivante dalla natura del bene, e la concessione del godimento di essa a terzi senza il consenso del comodante.

Come si registra il contratto?

Per registrate il contratto di comodato è sufficiente:

  • Presentare il modello di richiesta di registrazione (modello 69) in duplice copia.
  • Ricevuta del pagamento di 200€ per l’imposta di registro effettuata con modello F23.
  • L’imposta di bollo (ex marca da bollo), aventi data di emissione non successiva alla data di stipula.

Se il contratto è a tempo indeterminato: può essere rinnovato, pagando a ogni rinnovo l’imposta di registro (200€).

Se il contratto è a tempo determinato: l’imposta di registro va pagata una sola volta.

Il contratto di comodato, una volta redatto in forma scritta, deve essere poi registrato entro venti giorni dalla sua sottoscrizione.

La prescrizione

Il diritto del comodante alla restituzione della cosa data in comodato si prescrive con il decorso del termine ordinario di dieci anni, che ha inizio:

  • Nel comodato a tempo determinato, dalla scadenza del termine previsto in contratto per la restituzione. Scaduto il termine del comodato, qualora l’immobile non venga volontariamente rilasciato dal comodatario, il proprietario può agire giudizialmente nei confronti dell’occupante.

 

  • Nel comodato a tempo indeterminato, da quando rimane inadempiuta la richiesta di restituzione. Quando il termine di restituzione non è stato convenuto dalle parti e non può desumersi dall’uso cui il bene deve essere destinato, il comodatario, prescindendo da giusti motivi del comodante, è tenuto a restituire il bene stesso non appena quest’ultimo gliene faccia richiesta. <<comodato senza determinazione di durata>> evitando in tal modo che il rapporto possa protrarsi all’infinito.

 

Obblighi del comodatario

  • Egli è tenuto a custodirlo e a conservarlo, con quella diligenza normalmente richiesta a ogni debitore.
  • Deve servirsi del bene secondo l’uso determinato contrattualmente o dalla natura della cosa.
  • È tenuto ad avvertire il proprietario di ogni danno al bene e su di lui incombe l’obbligo di informare il comodante o di eventuali cedimenti, infiltrazioni, carenze degli impianti elettrici e di ogni altro danno verificatosi nell’immobile custodito, cui però deve far fronte il proprietario. Da ciò deriva l’esclusione per il comodatario di avere un rimborso sul costo, anche in forma di indennità o indennizzo, delle eventuali migliorie da lui apportate al bene se non siano risultate necessarie per far fronte a improrogabili esigenze di conservazione del bene, anche se queste hanno apportato miglioramenti.
  • Il comodatario non risponde invece del deterioramento del bene dovuto al solo effetto dell’uso per il quale è stato consegnato e senza colpa del comodatario stesso. Spettano al comodante le spese di straordinaria amministrazione.
Summary
Article Name
Il contratto di comodato
Description
Il comodato è un contratto gratuito grazie al quale una parte (comodante) consegna a un’altra (comodatario) una cosa mobile o un immobile affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato con l’obbligo di restituire la medesima cosa ricevuta.
Author

news recenti